" gli occhi di chi ha esplorato i grigi abissi della malinconia,della

depressione,dell'anoressia e della bulimia sapranno vedere e godere di tutti i

colori del mondo "



Scrivere è un modo di parlare senza essere interrotti.



venerdì 20 aprile 2012

Jump into the fog.

E i giorni passano,si susseguono tutti uguali. Solita quotidianità,solita routin. Vorrei qualcosa,o meglio qualcuno che mi prendesse e mi portasse fuori da tutto questo. Anzi no,non vorrei qualcuno a caso,io vorrei E. Vorrei che bussasse alla mia porta,che si facesse trovare sotto casa mia,mi prendesse la mano e senza dire niente mi portasse via. Mi facesse vivere un'altra vita in cui mi piacerebbe essere me stessa,con il mio corpo e con i suoi difetti. Vorrei che lui li amasse tutti questi difetti,così come io amo i suoi.Che mi guardasse e mi dicesse che adesso ci pensa lui a me,che è lui la soluzione,la cura,il rimedio. 
Ma forse,siccome so che non accadrà mai,cerco solo una scusa per non fare tutto ciò da sola. Per non alzarmi con le mie forze, e quindi rimandare sperando nella mano di qualcuno che non verrà.
Oggi,così come gli altri giorni..sento freddo dentro. Un vuoto che spalanca le sue fauci sempre poco di più. E sono costretta a calare la solita maschera ogni mattina appena mi alzo,fino a quando non vado a dormire. E ogni giorno sempre allo stesso modo. Visione ciclica e ripetitiva degli eventi. 
Anche oggi,giorno numero 39,è andato tutto "bene". Ovviamente secondo la mia concezione dello andare bene. In questi ultimi due giorni non ha fatto altro che studiare,ma finalmente oggi ho avuto un pò la giornata libera. Sono andata in palestra e mi sono sfogata un pò. Ho smaltito ben 410 calorie e nello spogliatoio una signora che incontro sempre perchè viene ai miei stessi orari mi ha detto che ero molto dimagrita e cosa mangiassi,per ottenere anche lei lo stesso risultato. Ma ha sbagliato domanda..quella giusta era.." che cosa non mangi?".
In ogni caso questo mi ha dato un minimo di soddisfazione. Tutto il pomeriggio dalla mia migliore amica,e anche questo mi ha dato qualche soddisfazione,perchè io quando sono con lei sono sempre felice. è lei la mia metà,ne sono convinta ogni giorno di più.

Ovviamente l'incontro con E. è andato come me lo aspettavo. Il solito colpo al cuore. Io e lui l'uno di fronte all'altro,il suo sorriso,il suo sguardo. Ha riso la maggior parte del tempo,si vedeva che era felice. Ecco un'altra cosa che mi fa impazzire di lui,è sempre felice. Sempre. Esprime felicità.
Più lo guardavo più capivo che era perfetto per me. Parlava e io non mi ricordo nulla di quello che ha detto. Imbambolata,una cretina,un pesce lesso in poche parole.
Quando sono andata via..eccolo il solito senso di mancanza,incompiutezza,rimpianto. Gli sarei dovuta saltare addosso,abbracciarlo,stringerlo a me..fargli capire che i nostri corpi sarebbero perfettamente equivalenti,combacerebbero alla perfezione.
Ma ovviamente ero colpita dalla mia solita paralisi degli arti,e sono rimasta immobile.

Ma io sono così. La mia vita è questa. Volere qualcosa ma non avere il coraggio di andarla a prendere. Vivere aspettando che le cosa accadano da sole.
Solo per una cosa mi sembra di aver davvero lottato. Contro il cibo.
Voglio e devo dimagrire ancora e ancora..è l'unico modo che ho per mostrare quello che ho dentro. è il mio modo di punirmi per tutti i miei sbagli,per aver lasciato andare E. e tutto il resto.

E quindi anche oggi ho mangiato poco e niente e questo va bene.
Mi lascio cadere e mi odio.















Vorrei non averti mai incontrato per rincontrarti per la prima volta, per innamorarmi di te una volta ancora, per non andarmene mai più…
Spero che voi stiate bene. Io sono sempre con voi,con il pensiero.vostraA.

4 commenti:

  1. Credi in te stessa piccola,sei fortissima.
    Questo post è così dolce,triste... è meraviglioso. Tu sei meravigliosa.
    Non abbatterti mai.
    Per qualsiasi cosa io ci sono <3

    RispondiElimina
  2. Dolce e meraviglioso discorso dell'anima :)

    RispondiElimina
  3. Ti terrò stretta, piccina♥
    Sei splendida..

    Con amore.

    RispondiElimina
  4. "eccolo il solito senso di mancanza,incompiutezza,rimpianto", stessa cosa che prende a me quando vedo LUI. E questo lui ha per me la stessa importanza che E. ha per te. Questo senso di incompiutezza e mancanza lo provo sempre quando lo vedo davanti a me, per questo preferisco non vederlo e sentirmi "completa" anche se non lo sono davvero. Mi chiedo perchè esistono delle forme di amore che fanno soffrire e basta, che non riempiono mai abbastanza..
    L'unico consiglio che ti do è di non pensare a lui, tienilo solamente come un sogno (che poi chissà, magari le cose cambieranno davvero in come le sognamo), ma vivi per chi ti ama, per le persone a cui piaci. Non te ne pentirai mai.
    Ti stringo

    RispondiElimina